Toolbar
  • Layout
    Linear Layout
    Grid Layout
  • Categories

2017

5 items

Il viaggio di Otr non si è interrotto: qui riprende e trova nuova compiutezza, addentrandosi ancora di più nelle pieghe illusive della realtà, continuando a farci scoprire l’infinità degli angoli della verità che, nell’eterno passeggiare fra le forme, possono essere di volta in volta scoperti, mostrati e poi di nuovo abbandonati nel prosieguo di una ricerca che si fa eterea e conduce all’informe.
È di nuovo un viaggio che ha inizio dalla riflessione, immobile davanti allo specchio, ormai protagonista e medium verso l’inverso che inganna e svela: è come se l’obiettivo giocasse in un continuum con un suo alterego esterno alla camera, rimpallandosi soluzioni e visioni, apparizioni e scelte ineluttabili.
Ma poi si passa attraverso, si va oltre se stessi, oltre il mezzo, oltre la realtà stessa e ci si ritrova nel mondo della pura luce, della dualità fatta di chiaro e scuro, nell’infinita marea degli spazi cromatici, delle sfumature irraggiungibili, dell’immaginazione pura.
Attraversato lo specchio, tutto diventa rarefatto, sensazione di qualcosa di conosciuto o di conoscibile, dimensione parallela della quotidianità in cui il particolare diventa infinitamente grande o infinitamente piccolo, paese delle meraviglie in cui scoprirsi spettatore delle ignote pieghe dell’anima. Pieghe lucenti fatte di spigoli di energia a volte discreti, spesso netti e taglienti come lame fredde che si stagliano nel buio. Un repertorio di paesaggi interiori dove la mappa che segna la strada è quella degli stati emotivi che si alternano a forme informi e a colori profondi, dai quali emergono soluzioni che catturano lo sguardo in un vorticoso sforzo centripeto di entrare in empatia con il visitatore di questo spazio poetico: ben presto si diventa ostaggio di una rappresentazione effimera nel nostro stesso riflesso. Effimera in quanto breve, se non addirittura istantanea: è la rappresentazione di un attimo studiato e immaginato dall’artista ma che diventa spazio universale in cui ciascuno è libero di perdersi o di ritrovarsi, di guardarsi dentro o dal di fuori, di essere vero o alieno, di scoprire o di coprire sentimenti.

 ESPOSIZIONE- SERIE . THE MIRROR- Al IL10 MILANO – Courtesy MADE4ART

M4A-MADE4ART, Milano 

Photo: Gianni Otr Baggi
Soundtrack: Nicolas VA Kuum Baggi
This set of shots are about an introspective aspect of my current way of seeing “in and out”.
Light reflections a mirror releases are the only things remain inexorably.
This is a way to gather special images. In them abstraction becomes the main aspect apart from figurative duties.
Photographic research by Gianni Otr Baggi - Since 2013 till today, Oct. 12, 2016

2016

6 items

2015

4 items

2014

10 items

2012

1 item

2011

3 items

Casa de Camara e Cadeia- Cidade Historica –Bahia Br.

Acrylic paintings on cardboard 21x29,7 cm

2010

6 items

2000

3 items

1980

6 items

1970

5 items